Vive accampato in un’auto, accusa un malore in spiaggia – FOTO

Un 40enne originario di Bolzano in difficoltà a Palombina, Croce Gialla intervenuta

Da mesi dorme in una autovettura. E ieri mattina – giovedì – ha accusato un malore con i soccorritori che sono dovuti arrivare in spiaggia per raggiungerlo, trovandolo poi quasi privo di sensi. Il fatto è accaduto alla spiaggia di Palombina, Ancona, nel tratto di costa antistante la vecchia stazione ferroviaria. E proprio nei pressi dell’adiacente cavalcavia un quarantenne proveniente dalla Provincia di Bolzano vive da mesi accampato in un’auto parcheggiata in zona.

Una presenza discreta di certo passata inosservata nel periodo estivo ma ora in tanti si sono accorti della presenza di questa auto dove all’interno si trova di tutto, dai generi alimentari fino al vestiario. Una situazione igienico sanitaria piuttosto allarmante anche se nei giorni scorsi erano state fatte delle segnalazioni. Chi conosce infatti questa persona racconta che negli ultimi periodi le condizioni di salute sono notevolmente peggiorate con il quarantenne prima socievole ora divenuto schivo e riservato.

Sta di fatto che ieri mattina l’uomo pallido in volto è sceso dalla vettura e con addosso una sola maglietta a maniche corte ha cercato di raggiungere la spiaggia in preda ad una forte dissenteria. Con passo incerto e tremante il quarantenne è riuscito ad oltrepassare il cavalcavia adiacente la stazione per poi perdere i sensi sulla spiaggia. Complice la bella giornata di sole in tanti hanno notato l’uomo in palese difficolta lungo la scalinata così come non sono mancate le persone che hanno allertato il 112, numero unico dell’emergenza territoriale, anche per il fatto che raggiunta la spiaggia il 40enne ha perso i sensi. Sul posto la centrale operativa del 118 ha inviato un mezzo della Croce Gialla di Falconara.

Una volta arrivati nei pressi del cavalcavia, i militi hanno raggiunto l’uomo in spiaggia che ha spiegato i suoi problemi e soprattutto ha accettato di essere trasferito al pronto soccorso dell’ospedale Regionale di Torrette. Avvolto in un telo bianco, il 40enne poco alla volta è riuscito a risalire le scale quanto è bastato per adagiarlo in una barella ed iniziare il trasporto in direzione dell’ospedale. A seguire le fasi del soccorso un gruppo di persone ma anche alcuni gestori di stabilimenti balneari che si trovavano in spiaggia e che conoscono questa persona definita come un uomo tranquillo ma che senza dubbio ha bisogno di essere aiutato.

Potrebbe interessarti anche
 
 
 
 
 
 

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS