Cibi scaduti da oltre due anni e guano di piccioni sui tavoli: chiuso storico ristorante del capoluogo

Potrà riaprire solo dopo il ripristino delle condizioni igienico sanitarie

Gli agenti hanno controllato un ristorante storico di Ancona in via Maggini dove sono state riscontrate gravissime carenze igienico sanitarie, tanto da rendersi necessaria la chiusura immediata per salvaguardare la salute pubblica con una sanzione amministrativa pari ad 3.000 euro.

Al momento dell’ingresso nel locale i poliziotti hanno riscontrato la presenza di un giovane dietro al bancone intento alla mescita delle bevande, il quale è risultato essere privo di contratto di lavoro. Per tale violazione è prevista una maxi-sanzione, che verrà disposta dall’I.T.L. con l’eventuale sospensione dell’attività. Inoltre, dal controllo della cucina, è emerso che all’interno dei frigoriferi e sugli scaffali vi erano prodotti alimentari per un peso totale di circa 51 chili, scaduti di validità alcuni da oltre due anni, tra cui carne in stato di disfacimento.

Perciò è scattata la sanzione amministrativa di 7.000 euro. Sono stati inoltre rinvenuti altri prodotti, circa 30 chili, non etichettati e non tracciati, la mancanza delle zanzariere in cucina e la mancanza del cartello degli orari di apertura e chiusura.
Dal sopralluogo è emerso anche che sui tavoli e sopra un frigorifero, posti in un cortile interno dell’esercizio, utilizzato dal titolare per far accomodare i clienti, vi era una massiccia quantità di guano di piccioni. E’ noto che toccando o inalando il pulviscolo di guano di piccione si rischia di contrarre la Toxoplasmosi.

Il ristorante potrà riaprire solo dopo aver ripristinato le condizioni igienico/sanitarie e previo sopralluogo congiunto da parte della Squadra Amministrativa, del personale dell’Ufficio Commercio della Polizia Locale e dell’ASUR.

emanuele
Author: emanuele

Potrebbe interessarti anche
 
 
 
 
 
 

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS